Sogno di una Notte di Mezza Estate

Published by

locandina_sogno_di_una_notte_di_mezz_estate

 

 

Descrizione
La commedia, una tra le migliori di Shakespeare, è stata scritta in occasione di una festa di nozze. La storia procede per quattro vicende parallele, confluenti ad una felice conclusione: una storia di nozze principesche, uno spericolato groviglio di equivoci fra quattro innamorati confusi nei loro reciproci sentimenti per opera di magia, un contrasto fra esseri fantastici sovrani degli elfi e delle fate, un canovaccio da commedia dell’arte che introduce nell’opera il motivo del teatro nel teatro. Temi favolistici, situazioni da romanzo cavalleresco, cerimoniale cortese, incantesimi e metamorfosi d’ogni genere, concorrono a farne un fiabesco arazzo rinascimentale, la cui immaginosa sontuosità ha la vita, la grazia e la freschezza di una volante fiaba.

Perché il tango?
Che ha a che fare il tango con Shakespeare? Si sono date e si continuano a dare molte definizioni di questo ballo, ma nessuna riesce a chiuderne le molteplici caratteristiche in un aforisma. Il più famoso di tutti resta quello che lo definisce “un pensiero triste che si balla”, ma il tango non è solo triste e “sensuale”, come viene in mente ai più. E’ energia vitale, è il suono dell’anima. Esso ci parla della vita di tutti i giorni, ma anche dei nostri sogni e, nella prevalente malinconia che lo pervade, ci suggerisce tuttavia che si tratta di un gioco seduttivo, di due anime che stanno insieme “per sempre” nello spazio di una canzone. Chi, più di Shakespeare, ci ha parlato d’amore, di seduzione, di inganni, di gelosie, in una parola dei nostri sogni?

 

Foto

 

Video

Commenti disabilitati su Sogno di una Notte di Mezza Estate

Comments are closed at this time.